Servizi Obiettivo Orientamento Piemonte a distanza sul territorio di Città Metropolitana di Torino

Gentilissime/i,

a seguito della comunicazione congiunta con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’avvio dei servizi di orientamento a distanza, anche la Regione Piemonte e la Città metropolitana di Torino si sono attivate per offrire supporto alle scuole, agli allievi e alle loro famiglie, nella importante e delicata attività di orientamento alle scelte e alle professioni.

In questa fase di incertezza, in cui il futuro dei servizi si sta ridefinendo, il sistema di Orientamento regionale OOP (Obiettivo Orientamento Piemonte) è stato prontamente adattato alle nuove modalità di didattica a distanza adottate dalla scuola e in alcuni istituti scolastici del territorio regionale  le attività di orientamento con le classi sono state coprogettate e attive.

Nelle scuole che hanno aderito, grazie alla collaborazione e disponibilità di insegnanti e referenti per l’orientamento, si è dato il via a seminari informativi e a moduli di educazione alla scelta, attraverso la piattaforma on line utilizzata dall’istituto scolastico. E’ stata registrata anche una notevole richiesta di colloqui individuali e di seminari da dedicare ai genitori.

In vista dell’imminente conclusione dell’anno scolastico, abbiamo predisposto le locandine che trovate in allegato, differenziate per destinatario e contenenti le modalità di accesso diretto ai differenti servizi, che saranno attivi anche nel periodo estivo.

Si prega, quindi, di comunicare agli studenti e alle famiglie, anche attraverso il sito web della scuola, la presenza e la continuità degli sportelli di orientamento, disponibili a fornire on line servizi gratuiti anche nei mesi successivi alla chiusura dell’anno scolastico. In particolare, potranno essere richiesti colloqui individuali, l’utilizzo del test Sorprendo di orientamento alle professioni e seminari di approfondimento dedicati ai genitori.

Questi materiali diffusi a largo raggio tengono conto anche dell’urgenza di interventi orientativi anche potenzialmente legati a situazioni di abbandono scolastico che potrebbero concretizzarsi all’inizio del prossimo anno, da parte di coloro che adesso manifestano segnali di disagio o scarsa partecipazione alle attività didattiche a distanza. Per questo motivo si ricorda che è rimasto sempre in funzione il sistema di segnalazione tra l’istituto scolastico ed i servizi pronti a prendere in carico gli studenti a rischio.

Vi ringraziamo anticipatamente per la vostra attenta e preziosa collaborazione che ha dato testimonianza dell’importanza di azioni di solidarietà tra servizi pubblici a beneficio dei ragazzi e delle ragazze per consentire loro di immaginare e lavorare per il loro futuro.

Cordiali saluti, Cristina Bocca (coordinatrice dell’equipe territoriale del bacino4).

Scarica la Locandina per docenti,

Scarica la Locandina per ragazzi/e,

Scarica la Locandina per famiglie